Lavori in libera professione come dietista e nutrizionista? Allora sai quanto è per te strategico essere visibile ai tuoi potenziali clienti.

Puoi avere delle buone competenze, ricevere in uno studio accogliente, essere competitivo sulle tariffe e avere un comodo parcheggio, eppure, se tutte queste informazioni non giungono alle persone che hanno bisogno del tuo aiuto, potresti non essere del tutto soddisfatto della tua attività. 

Magari chi ti contatta non è esattamente il tipo di paziente a cui ti vuoi rivolgere, oppure non riesce a cogliere con esattezza cosa offri e in che modo fai la differenza. 

Al paziente non è chiaro in che modo ti distingui dagli altri? 

Allora è tempo di chiederti come stai comunicando il tuo valore.

Cosa accade quando non comunichi il tuo valore unico? 

Non puoi aspettarti che il paziente raccolga le informazioni sulla tua attività attraverso il passaparola e comprenda cosa rende unico il tuo servizio. 

Potresti avere tariffe più convenienti, ma se il paziente non ha fatto altri percorsi nutrizionali potrebbe non notarlo. 

Potresti dare più valore al tempo del colloquio, oppure all’assistenza tra un colloquio e l’altro, o ancora potresti proporre dei percorsi che si distinguono per i temi trattati a ogni incontro. 

Tutte buone idee, ma se non ti preoccupi di comunicarlo ai tuoi potenziali pazienti, potresti assistere a uno di questi scenari:

  • accogli in studio pazienti con richieste molto diverse rispetto a quelle che vorresti trattare. Come risultato dovrai investire molto più tempo per predisporre piani alimentari adatti;
  • lavori con la sensazione di non riuscire a esprimere al meglio le tue competenze, accumulando frustrazione e un senso di insoddisfazione che mina anche la tua sicurezza nel gestire casi clinici differenti; 
  • la gestione delle obiezioni da parte del paziente, inconsapevole di cosa offri e di come funziona la tua consulenza, potrebbe non valorizzare le caratteristiche del tuo servizio e farti sembrare poco efficace;
  • ti confronti con persone che non comprendono, né sanno dare valore al tuo lavoro. 

Tutto poco soddisfacente, vero? Senza lasciarti travolgere, approfitta di questa situazione per trovare una nuova partenza.

Se i tuoi clienti non riescono a cogliere il valore del tuo servizio, qualcosa va aggiornato nella tua strategia di comunicazione

Non ne hai una? È arrivato anche per te il momento di cominciare a pensarci. 

Come cambia il lavoro quando impari a comunicare il tuo valore

Cosa stai comunicando come nutrizionista in questo momento?  

Hai già un sito, una pagina facebook e un profilo su Instagram, dedicati alla tua attività di dietista o nutrizionista. 

Questo è un buon punto di partenza, in caso contrario, parti proprio dalla creazione delle pagine online dedicate alla tua attività.

Bene, a questo punto rifletti su ciò che vorresti comunicare e ciò che invece i tuoi pazienti stanno cogliendo.

È molto semplice, basta chiedersi: cosa sto comunicando?

Una domanda semplice eppure strategica. Anche se non disponi di sito, né di profili social e pensi di non cambiare, comunica comunque qualcosa di te

La domanda è: ciò che scegli di non comunicare, cosa ti fa comunicare davvero?

Avere questa consapevolezza comporta un’assunzione di responsabilità verso ciò che desideri comunicare sulla tua attività, in caso contrario lasci al caso la comunicazione, con possibili effetti disastrosi.

O peggio, lasci che siano altri tuoi colleghi, potenziali competitor, a diffondere messaggi attinenti la tua attività anche ai tuoi potenziali clienti. 

Risultato? Diventa molto probabile che quei clienti non arrivino mai a contattare te. 

Cosa stai comunicando come nutrizionista in questo momento

Come cambia il lavoro quando impari a comunicare il tuo valore?

Le conoscenze che hai acquisito in anni di studi, unite alla tua esperienza come dietista o nutrizionista sono preziose per i tuoi clienti. Attuali, potenziali e futuri.

Proviamo a ripetere lo stesso ragionamento di poco fa, vediamo quali sono i possibili effetti di una buona comunicazione del tuo lavoro:

  • accogli in studio pazienti con bisogni più allineati a quelli che puoi soddisfare con le tue specifiche competenze; 
  • lavori in modo più efficiente
  • puoi accrescere la tua competenza, specializzandoti in un ambito specifico delle scienze dell’alimentazione; 
  • il tuo valore è riconosciuto e ti senti gratificato

Comunicando in modo più efficace il tuo valore, il lavoro diventa più stimolante e più soddisfacente, perché sarai in grado di esprimere al meglio le tue competenze.